Post

Novità Fanucci 17 Gennaio

Immagine
Buongiorno Amici Lettori,
vi segnalo alcune novità in uscita oggi, edite da Fanucci.



Becky Chambers, The Long Way. Il lungo viaggio


Quando Rosemary Harper si unisce all’equipaggio della navicella Wayfarer non ha grandi aspettative: questa è stata costruita per creare tunnel spaziali che consentano il passaggio immediato da un capo all’altro della galassia. Tutto ciò che desidera è trovare un posto tranquillo, da poter chiamare “casa”, e avventurarsi verso angoli lontani e inesplorati, lasciando su Marte il suo passato travagliato e doloroso. Da quel lungo viaggio, invece, Rosemary otterrà molto di più... A bordo della Wayfarer la vita è proprio come se l’aspettava, più o meno pacifica anche se caotica, e conoscere i membri dell’equipaggio, composto sia da umani che da intelligenze artificiali, si rivela un’avventura interessante. Ma soprattutto, per la prima volta nella sua esistenza, Rosemary ha la possibilità di esplorare la galassia e confrontarsi con una moltitudine di culture e spe…

Il bisogno di pensare

Immagine
Vito Mancuso, Il bisogno di pensare, Garzanti, 2017, pp. 192, € 16,00.



«Perché vivete? Quale scopo date al vostro essere qui? Cosa volete da voi stessi?» In questo nuovo libro Vito Mancuso ingaggia un dialogo serrato con i suoi lettori per risalire alle sorgenti di un bisogno primordiale dell’uomo, di una speciale capacità che ci caratterizza in modo peculiare distinguendoci da tutti gli altri esseri viventi: il nostro bisogno di pensare. È a partire da questa urgenza interiore, strettamente legata al desiderio e al sogno di una vita diversa e migliore, che Vito Mancuso ci sprona a tornare a «pensare con il cuore», senza barriere, preconcetti o tabù, e senza altro dogma che la ricerca costante del Bene. Così, nel movimento ora logico ora caotico delle nostre esistenze, questo libro diventa una guida capace di orientarci in quei momenti in cui siamo chiamati a scegliere se resistere strenuamente oppure arrenderci al flusso della vita. E, nei tempi sempre più indecifrabili che ci troviam…

La ghostwriter di Babbo Natale

Immagine
Alice Basso, La ghostwriter di Babbo Natale. Un racconto di Vani Sarca, Garzanti, 2017.



Garzanti ha voluto fare un regalo a tutti i suoi lettori e agli appassionati di Vani Sarca, l'irriverente ghostwriter nata dalla penna di Alice Basso. Così, da qualche giorno prima di Natale, è possibile scaricare gratuitamente La ghostwriter di Babbo Natale. Un racconto di Vani Sarca, un simpatico racconto a tema natalizio ma narrato con il lucido sarcasmo di Vani Sarca. Qui di seguito il link dove poterlo scaricare:

https://www.illibraio.it/pdf/Pdf-gratis-Alice-Basso-La-ghostwriter-di-Babbo-Natale




Un oggetto chiamato libro

Immagine
Daniele Baroni, Un oggetto chiamato libro, Longanesi, 2017, pp. 292, € 45,00.




Questo ricco e documentato saggio, una sorta di unicum nel suo genere, rappresenta un viaggio alla scoperta del libro inteso come oggetto fisico. Un excursus storico volto a ripercorrere i cambiamenti sociali e cultu­rali che hanno influito sul modo di concepire e realizzare le componenti principali di ogni volume: dal frontespizio alla rilegatura, dal formato alla copertina. Un testo che, attraverso tre chiavi di lettura (l’architettura della pagina, il sistema dei segni e il sistema delle immagini), prende avvio dai tratti caratteristici degli incunaboli per arrivare alla stampa moderna e alla rivoluzione digitale.







Un manuale non solo per gli addetti ai lavori ma anche per gli appassionati. Per me è stato come tornare indietro di qualche anno, al periodo universitario durante le lezioni di editoria, e devo ammettere che un ripasso non fa mai male. Ho ritrovato nozioni che conoscevo già e approfondito aspetti …

Il giardino di Elizabeth

Immagine
Elizabeth von Arnim, Il giardino di Elizabeth, Fazi Editore, 2017, pp. 180, € 16,50.




In fuga dall’opprimente vita di città, l’aristocratica Elizabeth si stabilisce nell’ex convento di proprietà del marito, un luogo isolato e carico di storia in Pomerania. A vivacizzare le giornate della signora ci sono le tre figlie – la bimba di aprile, la bimba di maggio e la bimba di giugno –, le amiche Irais e Minora, ospiti più o meno gradite con le quali intrattiene conversazioni brillanti e conflittuali, sempre in bilico fra solidarietà e rivalità femminile, e poi c’è lui, l’Uomo della collera, «colui che detiene il diritto di manifestarsi quando e come più gli piace». Ma soprattutto c’è il giardino, una vera e propria oasi di cui Elizabeth si innamora perdutamente. Estasiata dalla pace e dalla tranquillità del luogo, trascorre le ore da sola con un libro in mano, immersa nei colori, nei profumi e nei silenzi, cibandosi soltanto di insalata e tè consumati all’ombra dei lillà. Mentre le stagioni …

Il Maestro

Immagine
Francesco Carofiglio, Il maestro, Piemme, 2017, pp. 156, € 16,50.




Corrado Lazzari è stato il più grande attore del Novecento.
Il volto della tragedia shakespeariana, l'interprete sofisticato e potente, acclamato dalle platee di tutto il mondo, è oggi un uomo solo. La fama, il successo, gli amici, tutto perduto. Le giornate si inseguono, uguali, in un appartamento di un palazzo abbandonato nel centro di Roma. Corrado riordina l'archivio di una vita intera, giornali, fotografie, copioni, mescolando la fragilità del presente ai ricordi del passato: gli anni all'Accademia di Arte Drammatica, le tournée in giro per il mondo e il grande amore perduto per Francesca. Sembra che tutto debba continuare così, identico a se stesso, fino alla fine. Poi un giorno arriva lei, e tutto cambia. Alessandra è giovane, poco più di vent'anni, e studia lettere con indirizzo teatrale, così dice al Maestro presentandosi. Timida e impacciata, cerca di entrare nella vita di Lazzari. L'iniziale ri…

Una tenace precarietà

Si sta come d'autunno sugli alberi le foglie
Questi versi di Ungaretti mi vengono spesso in mente in questo periodo con le ultime foglie ingiallite rimaste sugli alberi, decise a resistere finché una folata di vento, più forte delle altre, non le staccherà. Rimangono attaccate agli alberi con la stessa tenacia con cui si rimane attaccati alla vita nei momenti bui e difficili, pur con la consapevolezza della precarietà della situazione e della vita stessa. Ma, forse, è proprio questa consapevolezza ad accrescere la forza e la tenacia a resistere perché "non è mai finita finché non lo decidi tu" e perché, se davvero lo vogliamo, tutto può diventare possibile. La vita ci pone spesso di fronte a prove dure da affrontare, ci possono sembrare impossibili da superare ma solo perché è la nostra mentre a porre dei paletti alla volontà di non mollare: noi possiamo essere i peggiori nemici o i migliori alleati di noi stessi. La precarietà intrinseca della vita dovrebbe essere uno stim…